Assicurazione RCA: che cos’è e a che cosa serve

      Commenti disabilitati su Assicurazione RCA: che cos’è e a che cosa serve
assicurazioni

assicurazioni

Quando si possiede un veicolo, l’assicurazione RCA è obbligatoria per legge. L’assicurazione copre i danni solo in sede civile, non penale e neanche amministrativa. È valida solo in aree pubbliche, quindi se si fa un incidente nel proprio cortile l’assicurazione non copre i danni.

Il risarcimento assicurativo, inoltre, in caso di sinistro copre i danni solamente fino al massimale stabilito. Il massimale stabilito viene stabilito per legge grazie ad un decreto normativo.

Massimale stabilito: cosa vuol dire?

Il massimale stabilito non viene scelto a proprio piacere da chi vuol firmare il contratto assicurativo, ma viene deciso dall’agenzia stessa. Il massimale si può aumentare a proprio piacere, ma ovviamente questo porterà una maggiorazione del proprio premio assicurativo, quindi del costo dell’assicurazione annuale. L’importo minimo di copertura, invece, è stabilito dalla legge italiana. Nel caso in cui si desiderano delle assicurazioni auto economiche, è meglio non considerare questa possibilità.

Sono coperti dall’assicurazione i terzi trasportati, ma solo se il veicolo è autorizzato al trasporto di terzi. Se in caso di sinistro la colpa è propria, l’assicurazione pagherà i danni all’altro veicolo e a tutte le persone presenti in questo. Non pagherà, però, i danni né al conducente stesso che ha causato l’incidente, né al veicolo in suo possesso.

L’assicurazione è valida per incidenti che avvengono nei Paesi della Comunità Europea. Nel caso il sinistro avviene in un Paese non della Comunità Europea, è necessario effettuare un’estensione di questa assicurazione che si chiama carta verde.

Contratto Bonus Malus e Polizza Kasko

Il contratto che viene stipulato, in genere, si chiama Bonus Malus. La caratteristica di questo contratto è che è un contratto formato in classi di merito. La classe di merito parte dalla classe 1, che è la classe più bassa, fino alla classe massima che è la classe 18. Una persona che contrae l’assicurazione per la prima volta senza particolari agevolazioni, entra in classe 14. La Formula Bonus Malus comporta una variazione annuale del premio di assicurazione, in base al numero d’incidenti causati. Questo vuol dire che se nell’arco di un anno non si fanno incidenti, l’anno successivo l’assicurazione mi premia diminuendo la classe in possesso. Quindi ad esempio, dalla classe 14 si passerà alla tredici. Se invece durante il contratto di assicurazione si è responsabili di un sinistro o più di uno, le classi aumentano. Tutto ciò vale anche per i Taxi.

Una delle clausole accessorie che si possono stipulare insieme alla RCA, è la polizza Kasko. Che cos’è? Sono polizze assicurative stipulate di solito per coprire i danni da furto, incendio, atti vandalici, eventi naturali o danni al proprio veicolo. Questa polizza, però, non è obbligatoria.