Itinerario di 2 giorni in Costiera Amalfitana

Dalla bellissima Vietri sul Mare alla famosa Positano, lungo una strada che segna uno dei litorali più straordinari e suggestivi del Mar Tirreno, alla scoperta della Costiera Amalfitana, Patrimonio dell'Umanità. Un itinerario per scoprire cosa vedere in Costiera Amalfitana in 2 giorni attraverso alcuni dei borghi più belli della Campania, caratterizzati da scorci panoramici impareggiabili, viuzze ricche di botteghe di artigiani locali e tanto altro. Quindi, se hai poco tempo, scopri con noi questo breve tour della Costiera Amalfitana in 48 ore.

 

Salerno

Il tour all'esplorazione della Costiera Amalfitana parte da Salerno, esattamente dal luogo più caratteristico della città: il Lungomare Trieste, una delle passeggiate più belle d'Italia. Lasciata l'auto in Piazza della Concordia, subito di fronte a voi ci sarà uno splendido panorama, quello del golfo di Salerno e della prima parte della Costiera Amalfitana. Proseguendo la passeggiata sul lungomare, incontreremo il bellissimo giardino della Villa Comunale di Salerno. Da qui potrete avventurarvi nelle suggestive vie del centro storico, alla scoperta dell'arte di strada del quartiere Fornelle, del complesso monumentale di San Pietro a Corte e del Duomo di Salerno. Per i più curiosi, le attrazioni da vedere nel centro storico di Salerno non sono ancora terminate, infatti si potrebbero ancora visitare: la Chiesa del Crocifisso, risalente al 1000 d.C., l'acquedotto medievale di Via Arce e il tempio di Pomona e i giardini di Minerva.

 

Vietri sul Mare e la ceramica

Partendo dalla città di Salerno, si può proseguire per la Costiera Amalfitana, che soprattutto nei mesi estivi, vive una vera esplosione di colori e ha come efficace punto di partenza la vicina Vietri sul Mare: famosa e apprezzata per l'unicità e la bellezza delle ceramiche, che qui vengono prodotte. Vietri sul Mare è infatti sede di un interessante museo dedicato alla Ceramica di Vietri. Inoltre da non perdere durante la visita di Vietri c'è sicuramente la Cattedrale dedicata a San Giovanni. Successivamente, da Vietri, si può prendere la SS 163, detta anche strada Amalfitana, e proseguire verso i successivi paesi della costa.

 

Cetara e la Colatura di Alici

Il primo paese che troviamo dopo Vietri è Cetara con le sue case che popolano la vallata ai piedi del monte Falerio. E' un borgo marinaro che offre ai visitatori l'atmosfera di un antico borgo marinaro con il suo caratteristico porticciolo. Mirabile in tutto il suo splendore barocco, merita sicuramente una visita l'antica chiesa di San Pietro Apostolo e quella di San Francesco, che custodisce due meravigliosi capolavori di Marco Benincasa: Deposizione e Paradiso e Trinità. L'attività marinara di Cetara si riflette sicuramente nella sua tradizione gastronomica: il prodotto più famoso è la Colatura di Alici, preparata con un metodo tradizionale, tramandato di generazione in generazione.

 

Maiori e Minori

Tornando lungo la SS 163, si giunge quindi a Maiori, che si trova nella valle del torrente Reginna. Il cuore della città è Corso Reginna, su cui si affacciano l'ottocentesco Palazzo Comunale, con i suoi splendidi giardini, e la chiesa di San Rocco. Da un lato della via principale si arriva sul Lungomare Amendola, che dà la possibilità di ammirare lo splendido scenario della costa e le piccole case raggruppate che si affacciano sul mare. Non lontano da qui, inoltre, è possibile visitare la Chiesa di Santa Maria a Mare con la caratteristica cupola decorata con maioliche. Maiori è una rinomata località balneare e la sua spiaggia è ovviamente la sua principale attrazione. Da qui ci si può imbarcare per il giro in barca della Costiera Amalfitana.

 

Amalfi: l'Antica Repubblica Marinara

Molti servizi di noleggio barca a vela Ischia ti permettono di raggiungere in un’atmosfera più “avventuriera”. Se invece preferisci la comodità puoi sempre raggiungerla in auto.

Tornati sulla SS 163, dove la guida diventa piacevole grazie alle curve alternate e senza mai perdere di vista il Golfo di Salerno, raggiungiamo la bellissima città di Amalfi. Amalfi era una delle antiche repubbliche marinare, e qui vale la pena visitare il Duomo di Amalfi e degustare il famoso liquore limoncello, prodotto con i limoni della Costiera Amalfitana IGP, nei caratteristici e graziosi negozi di prodotti tipici. Per gli amanti della storia può essere molto interessante visitare, nell'area della marina vicino al porto turistico, il Museo dell'Arsenale che racconta la storia dell'Antica Repubblica Marinara di Amalfi.

 

Positano: shopping e vita notturna

L'ultima tappa è forse uno dei luoghi più famosi della Costiera Amalfitana: Positano. Una volta qui si consiglia di recarsi al parcheggio in cima al paese per lasciare l'auto, e poi percorrere le vie del cuore di Positano, imbattersi nella bellissima Chiesa di Santa Maria Assunta, salire sulla storica piazza su il lungomare dove spopolano i tanti negozi di artigianato locale e boutique di lusso. Costruita su un terreno terrazzato, ricco di piante di agrumi e case colorate, Positano è il simbolo della Costiera Amalfitana, non a caso forse il luogo più fotografato d'Italia.